G8 - Sentiero Dei Giganti - La Tomba Dei Polacchi

Descrizione

Itinerario a cavallo
Scendendo da Brumano lungo la strada delle sorgenti dell’Imagna, anche detta, “strada delle farfalle” si arriva al ponticello, il primo ponte sull’’Imagna, da qui parte il vecchio sentiero per la contrada del Chignolo. Attraversato il ponte del Chignolo si risale verso Casabelli, nucleo storico che mantiene intatto l’impianto urbanistico originale. Un bel sentiero nei boschi conduce sino alla contrada di Capiatone, antico borgo rurale che ospita la Casa Quarenghi, casa natale dell’architetto Giacomo Quarenghi che lavorò presso la corte dello zar di Russia. Il percorso prosegue attraverso un intricato dedalo di vie e vecchie mulattiere nel centro di Rota d’Imagna proseguendo sino a località Tezzola, dove si incontra il bivio che conduce alla suggestiva grotta turistica: La Tomba dei Polacchi. Dalla grotta, tornati sul sentiero per Tezzola, il percorso scende fino al ponte romanico di Cà Prospero, dove ha inizio il “percorso vita” che , seguendo il corso dell’Imagna, conduce sino a al centro di Sant’Omobono Terme
Giorni ed orari di apertura: ND

Caratteristiche del percorso

  • Lunghezza (m)
    8900
  • Durata (h)
    ND
  • Difficoltà
    Escursionistico
  • Altitudine (m)
    454 - ND
  • Dislivello (m)
    333 - 498