Cultura

Cultura

Ricca di gioielli d’arte e d’architettura, la Valle Imagna si qualifica da subito al visitatore per un quadro di edifici unici ed estremamente preziosi: le chiese romaniche degli Almenno, il misterioso tempio di San Tomé e l’affascinante Madonna della Cornabusa a Cepino di Sant'Omobono Terme, definita il “santuario più bello del mondo”, scavata dentro la roccia viva della montagna in un’integrazione straordinaria tra uomo e natura. Ma l’identità architettonica della Valle è caratterizzata non solo dalle sue chiese universalmente celebri ma anche dagli “umili” ma non meno interessanti nuclei abitativi rurali d’edilizia contadina, caratterizzati dalla struttura a fortilizio, testimonianza di antiche funzioni difensive. Valle Imagna e architettura costituiscono del resto un matrimonio perfetto, visto che originario di Rota d’Imagna fu lo straordinario architetto Giacomo Quarenghi, artefice dei più celebri edifici settecenteschi di San Pietroburgo.